Prima gioia per Honda, ritornano al gol anche Pazzini e Robinho

LE PAGELLE (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

ABBIATI 6 – Subisce il gol nei minuti di recupero, ma la colpa non è sua: respinge bene il primo tiro bianconero e sulla respinta Ferrari insacca facilmente,

DE SCIGLIO 6,5 – Ottimo in fase offensiva, dove trova spesso il fondo. Gli attaccanti spezzini non lo mettono mai in grossa difficoltà.

MEXES 6 – Le solite imprecisioni da parte del numero 5, nella prima frazione si fa saltare clamorosamente da Schiattarella, creando un buco nella difesa rossonera. Meglio nella ripresa.

RAMI 6 – Esordio da titolare per il “nuovo” numero 13. In coppia con l’amico e connazionale Mexes si rende protagonista di qualche piccola disattenzione. Nella seconda frazione si oppone bene alle avanzate bianconere.

ZACCARDO 6,5 – Il terzino sinistro si dimostra affidabile nella fase difensiva e non disdegna l’avanzata. Specialmente nella ripresa è protagonista di qualche buona incursione.

CRISTANTE 6 –  Alla ricerca della definitiva consacrazione in Coppa Italia ci mette l’energia e la grinta per far bene.

MONTOLIVO 6,5 – Dopo il gol contro il Sassuolo il capitano rossonero fa il “De Jong” della situazione: recupera palloni decisivi e in fase di creazione di gioco è prezioso come sempre.

POLI 6,5 – Serve una bellissima palla a Pazzini che la trasforma in gol. Importante anche in fase di interdizione.

HONDA 7 – Il giapponese esordisce a San Siro da titolare e realizza il gol del 3 a 0, sfruttando la respinta di Leali. Tutti i giornali nipponici titoleranno così  ゴールの本田圭佑! (Goal di Honda)

Dal 63′ BIRSA 6 – Entra al posto di Keisuke Honda, tenta qualche volta il tiro, ma non trova lo specchio.

ROBINHO 6,5 – Il brasiliano riesce a sfruttare gli spazi lasciati dalla difesa bianconera. È proprio lui a sbloccare il risultato con un colpo di testa su perfetto assist di Pazzini.

Dal 79′ NOCERINO S.V.

PAZZINI 7 – Ha l’occasione per sbloccare il risultato al 23′, ma sbaglia clamorosamente il tiro che esce di poco. Si rifà poco dopo: perfetto passaggio di Poli e il Pazzo in acrobazia batte Leali. Il numero 11 avrebbe la possibilità di siglare la doppietta, ma il portiere dello Spezia si supera negandogli la seconda gioia della serata.

Dal 71′ PETAGNA S.V.

TASSOTTI 6,5 – La prima, e l’ultima, partita di Mauro Tassotti come allenatore rossonero. Inizialmente la squadra fatica, ma trova subito il gol di Robinho grazie ad un’ottima azione di contropiede. La società gli aveva chiesto di passare il turno e l’11 di Tasso ha ampiamente meritato la qualificazione