Pato: “Voglio un 2014 diverso, punto al Mondiale”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

E’ un anno ormai che Pato non indossa più la casacca rossonera. Nel suo paese d’origine, il  Brasile, è uno degli attaccanti del Corinthians, pagato una fortuna per le casse di un club brasiliano; fino ad ora però non ha rispettato le aspettative che hanno caratterizzato il suo ritorno: molti errori sotto porta ed incostanza (solo diciassette gol in 57 presenze). Ora è cominciato il 2014, l’anno del Mondiale e il Papero non vuole mancare all’appuntamento.

Sono più che sicuro, il 2014 sarà diverso, migliore. Sono sicuro di me e della mia salute e di quello che posso dare”. Questi gli auspici della giovane punta, che vuole a tutti i costi un posto nella Seleção di Felipe Scolari. Su quest’ultimo, si è espresso così:Ho lavorato con Scolari, sa cosa posso dare. Di certo i prossimi tre mesi saranno essenziali per me, voglio fortemente questo Mondiale, lotterò fino alla fine per il sogno di giocare in casa. Non passa giorno in cui non pensi al torneo qui”. Ovviamente, per raggiungere il suo obiettivo dovrà non solo dare il massimo in campo, ma sperare anche in una condizione favorevole e migliore rispetto a quella precaria degli ultimi anni.Sono arrivato e molti erano dubbiosi sulle mie condizioni, mi sono ripromesso di dimostrare a tutti che ero davvero apposto.

Sarà davvero l’anno giusto? Il Mondiale in casa è un appuntamento storico, irripetibile forse. Vincerlo poi, porterebbe dritti verso la porta delle leggende. Pato vuole esserci, magari da protagonista. Tocca a lui, al suo talento e alla sua volontà.