Pazzini: “Non dobbiamo guardare in faccia nessuno, serve un 2014 migliore. Grazie di cuore ai tifosi”

pazzini 4 milan-catania (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Queste le dichiarazioni rilasciate a Milanello da Giampaolo Pazzini in esclusiva ai microfoni di Milan Channel, dopo l’infortunio e prima dell’Atalanta.

Le vacanze sono andata bene, anche se non mi sono mai fermato: ho sempre lavorato per recuperare al più presto. Sto bene, non sono al massimo ma ho grande entusiasmo e voglia di sentirmi di nuovo importante. Mi è mancato molto vivere partite e spogliatoio. Derby? Pensavo di rientrare in un’altra occasione più felice, ho pensato poco al contesto: mi sono concentrato nel darmi da fare, purtroppo non è bastato per rimediarla. Ma tornare in campo dopo 7 mesi è stata comunque un’emozione unica. Voglio ringraziare i tifosi per essermi stati vicini in tutti questi mesi difficili, sento la fiducia della società, di Allegri e compagni e mi piacerebbe ripagarla al meglio con i fatti. Allegri ha detto che sono buono per tutte le stagioni? Mi fa piacere, ne ho saltate qualcuna ma spero di essere al 100% già in questo inverno”.

E ancora: “Atalanta? E’ una squadra difficile da affrontare, si chiude bene in difesa ed è brava a ripartite, ci vorrà attenzione ma noi in questo 2014 dobbiamo cambiare marcia, a prescindere dall’avversario. Non vedo l’ora della Champions, mi è rimasto qua l’infortunio dell’anno scorso che mi fece saltare il Barcellona, ci sarà un’altra spagnola e daremo il massimo, ma adesso testa al campionato. Atletico Madrid? Non è certo una squadra abbordabile, forse lo è più di altre ma è forte. Honda? Non ho ancora studiato dei movimenti particolari, speriamo possa darci una grossa mano come Rami. Spero che il girone di ritorno possa essere l’opposto di quello d’andata. Auguri di buon anno a tutti i tifosi, spero per voi in un buonissimo 2014, che vorrebbe dire un buonissimo 2014 anche per noi”.