Primi sprazzi di filosofia

seedorf 2 milan-verona (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Buona la prima per Clarence Seedorf sulla panchina del Milan. I rossoneri battono il Verona a San Siro grazie a un rigore di Balotelli nel finale e tornano alla vittoria in campionato dopo il disastro contro il Sassuolo. Una vittoria caparbia, cercata fino alla fine dalla squadra che non ha mai smesso di crederci e di provarci. Nella conferenza stampa della vigilia il nuovo mister aveva chiesto un cambio di filosofia, di atteggiamento: voleva una squadra più aggressiva e più offensiva che riuscisse a sfruttare le caratteristiche dei suoi elementi di maggior qualità.

L’approccio della gara ha rispettato le richieste dell’olandese e il Milan nei primi venti minuti ha schiacciato l’Hellas quasi nella sua area, ha aggredito i portatori di palla imponendo il suo gioco. Si sono visti anche molti scambi veloci tra i tre tenori (Binho,Kakà e Honda) che a turno dialogavano con Balotelli che nel post partita ha detto di apprezzare molto questo nuovo modulo. Certo quando la squadra è calata fisicamente i pochi spettatori presenti hanno intravisto il Milan lento e compassato di questa stagione ma per lo meno l’approccio alla gara è stato positivo. Un dato positivo considerando che una delle critiche più feroci ad Allegri era quella di ‘sprecare’ il primo tempo per studiare gli avversari. Questo Milan targato Seedorf invece vuole subito dettare la sua filosofia e anche i tanti tiri nello specchio della porta sono un segnale importante di questa continua ricerca del gol.

L’altro punto positivo è quello della difesa imbattuta nonostante la propensione molto sbilanciata dello schieramento. De Jong e Montolivo hanno fatto un ottimo schermo davanti alla difesa che ha rischiato solo in un paio di occasioni dove è stato molto bravo Abbiati. La strada è ancora lunga, il Diavolo è ancora malato e ci vorrà del tempo per iniziare a vedere i frutti del lavoro ma una base importante è stata messa e in più sono arrivati i 3 punti, fondamentali e meritati. Il Milan di Clarence nasce sotto una nuova stella, speriamo che questo sia solo l’inizio…