Dal Cesena all’Hellas Verona, Robinho raggiunge quota 100 partite in Serie A

robinho 2 milan-verona (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La storia tra Milan, Robinho e la Serie A ha inizio l’11 settembre del 2010 a Cesena. Fu un esordio sfortunato per Robinho che subentrò al 64° a Ronaldinho giusto in tempo per assistere alla sconfitta per 2-0 contro i romagnoli. In quell’occasione furono Bogdani e Giaccherini a decidere l’incontro. Ieri, 19 gennaio 2014, l’attaccante ha giocato contro l’Hellas Verona la centesima partita in Serie A. Il Milan del neo arrivato Clarence Seedorf ha vinto in casa per 1-0 grazie alla rete su rigore di Balotelli. Robinho arrivò dal Manchester City in punta di piedi nell’estate del 2010, lo stesso giorno di Zlatan Ibrahimovic che gli tolse tutta la scena davanti ai supporters, ed è piano piano entrato nel cuore dei tifosi rossoneri. Robinho sbaglierà tanti goal ma non risparmia mai una goccia di sudore e questo i supporter lo apprezzano sempre tanto.

La prima rete in campionato la segnò a metà ottobre, alla quinta presenza in rossonero in casa contro il Chievo. Robinho subentrò a Pato al 69° e dopo venti minuti riuscì a sfruttare al meglio un assist di Ronaldinho siglando il definitivo 3-1 che mise il sigillo all’incontro. Il brasiliano chiuse la prima stagione al Milan con 14 reti in 34 partite. Nella sua prima stagione a Milano, anche la prima doppietta in casa contro il Parma: subentrò a Seedorf al 60° sul punteggio di 2-0 per i rossoneri grazie alle reti dello stesso olandese e di Cassano; nel giro di cinque minuti Robinho portò il Milan sul 4-0 approfittando della generosità del trequartista barese che lo servì con precisione per ben due volte davanti al portiere emiliano, Mirante.

Nei due anni successivi: 28 presenze e 6 reti nella seconda stagione a Milano e 23 presenze e 2 reti nella terza. L’ultima stagione fu costellata di infortuni e tanta panchina, una delle poche soddisfazioni è stata quella di segnare la rete decisiva nell’1-0 allo Juventus Stadium. Dopo mezz’ora dall’inizio realizzò il rigore che consegnerà i tre punti alla squadra rossonera. Quest’anno 15 partite e 3 reti per raggiungere le 100 presenze totali con 25 reti ad impreziosire il bottino. Un traguardo importante per un giocatore che avrebbe i bagagli pronti ad ogni finestra di mercato, ancora una presenza ed eguaglierebbe il numero di partite giocate nella Liga mentre il numero delle reti è già alla pari. Salvo sorprese dell’ultim’ora, Robinho avrà sicuramente la possibilità di giocare e mettersi in mostra fino alla fine di questa stagione.