Abbiati: “Seedorf? Ottimo impatto, ma cambiamento vuol dire anche fallimento. Speriamo in un calo dell’Atletico. Gabriel dovrebbe…”

abbiati inter-milan (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Christian Abbiati ha parlato in esclusiva a Milan Channel analizzando il momento del Milan e ricordando il suo breve passato a Madrid.

Seedorf? Ottimo impatto, ho giocato tanto con lui e lo conosco benissimo: adesso stiamo cercando di mettere in pratica le sue idee. Il girone d’andata è stato pessimo, ora stiamo cercando di risalire. Con Seedorf si è stravolto un po’ tutto, ma aver cambiato allenatore è stato un fallimento dei giocatori: speriamo di continuare su questa strada. La crescita c’è stata, anche se è ancora presto, con il Napoli sarà difficile: sono veloci e bravi in contropiede, sarà un test importante per vedere a che punto siamo. L’Atletico Madrid sta facendo benissimo, il giorno del sorteggio ho detto di voler incontrare loro solo per questioni di affetto: sono completi, difendono benissimo e tengono un ritmo altissimo fino al 90esimo. Speriamo in un loro calo fisico… A Madrid ho fatto un anno della mia carriera, è stato bellissimo, anche per la mia famiglia: una stagione perfetta, culminata con la Champions. Il ritorno di Kakà ha fatto molto piacere, dà una mano allo spogliatoio perché è un campione con esperienza, un esempio per i giovani. Anno prossimo? Ci penserò con calma a giugno, insieme alla società: pensiamo a risollevare il Milan. Non sarò mai sleale con i miei compagni di reparto, sono per la competitività sana: sono stato in panchina quando c’era anche Dida, per esempio, e non ho mai fatto polemica. Ringrazio Brocchi per le belle parole, è un amico. Gabriel è migliorato tantissimo da quando è arrivato, ha tanta voglia di migliorare anche se poca esperienza: gli consiglio di fare un’esperienza altrove per farsi le ossa“.