Beckenbauer: “Milan e Inter, siete una tristezza”

Difensore d’altri tempi. Franz Beckenbauer, autentica leggenda del calcio tedesco, ha parlato alla Gazzetta dello Sport e si è detto rammaricato della condizione in cui versano le due squadre di Milano: “Dove sono finite le milanesi? Così indietro in campionato sono una tristezza per il pubblico. Mi spiace, forse hanno meno soldi”.

Comanda la Juve, giusto, è una potenza. La Roma gioca bene, mi dicono sia molto bella. E Totti è ancora un leader. Ma quanti anni ha. In Italia segna tanto anche un nostro amico, Luca Toni. Grande attaccante, grande persona dentro e fuori dal campo. E’ esperto, è ancora un trascinatore, in una neopromossa come il Verona sa essere d’esempio”.

Parole d’elogio per un simbolo degli allenatori italiani: “Uno come Trapattoni ha formato generazioni di giocatori e allenatori. Eravamo ragazzi al Bayern, ci plasmò. La Champions del 2001 era anche merito suo, anche se era via da 3 anni. Io non c’ero più, ma tanti erano maturati con lui. A noi sembrava vecchio 20 anni fa, invece è ancora assatanato”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy