Berlusconi a Milanello, la visita (forse) prima della Champions

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Nel consueto pranzo del lunedì, ad Arcore, Silvio Berlusconi e figli hanno parlato soprattutto di politica, l’argomento principale (e preferito) del presidente del Milan. Che ha sì deciso di esonerare Allegri, ma anche di scegliere Clarence Seedorf, lasciandolo “solo” nel primo mese di lavoro: dallo scorso 16 gennaio, data dell’annuncio ufficiale dell’olandese sulla panchina rossonera, non c’è ancora mai stato nessun incontro di persona tra presidente ed allenatore: una stranezza che ha poche scuse.

Le voci di ieri, di un malumore di Berlusconi dopo la prestazione del Diavolo a Napoli, non erano così chiare e nette, ma qualcosa c’è stato. Galliani smentisce ma lo sa. Comunque, il rapporto tra Silvio e Clarence non è stato e non è in discussione, ma chissà se non lo sarà mai. Sono frequenti i contatti telefonici e, secondo quanto scrive stamane il Corriere dello Sport, questo famoso faccia a faccia potrebbe presto concretizzarsi. Quando? Settimana prossima, prima di Milan-Atletico Madrid, andata (a San Siro) degli ottavi di finale di Champions. Nessuna promessa, solo una speranza.

Come quella della squadra, che crede al passaggio del turno. Per questo, a Milanello, è stata studiata una preparazione mirata per arrivare al top, da testare in campionato già venerdì contro il Bologna. Anche perché i premi UEFA, nel caso, non dispiacerebbero affatto. Mentre Barbara Berlusconi si sta dedicando giorno e notte al nuovo stadio, papà Silvio è pronto”scendere in campo” per il suo Milan.