Da risolutore a disperso: che fine ha fatto Valter Birsa?

È stato una delle, pochissime, note positive della prima parte di stagione, ma ora sembra quasi scomparso dai radar: stiamo parlando di Valter Birsa.

Il centrocampista sloveno, giunto al Milan con molte riserve, si è rivelato a tratti fondamentale per la causa rossonera, regalando, con due reti, 6 pensatissimi punti nelle sfide contro Udinese e Sampdoria0. Il giocatore classe ’86 ha più volte acceso la luce in situazioni che erano buie per i rossoneri, mostrando buoni colpi e soprattutto abnegazione. A causa di una lesione al flessore della coscia destra, Birsa ha poi concluso con tre partite d’anticipo il 2013, sperando in 2014 da protagonista in maglia rossonera. Durante il mercato di Gennaio, diverse erano le voci che volevano il giocatore sloveno in partenza da Milanello verso altri lidi, voci messe a tacere dal diretto interessato e dal suo procuratore. Dall’inizio del nuovo anno, sia con Allegri che con Seedorf, Birsa è però sceso in campo in una sola occasione, ossia nel match casalingo contro il Verona, terminato 1-0 per i rossoneri. Eppure, il giocatore sloveno aveva così commentato l’arrivo dell’allenatore olandese: “Parla molto e lo fa in portoghese, in inglese, in olandese, in italiano. Non ha la bacchetta magica, ma con il 4-2-3-1 ho già preso confidenza, ci giocavo anche in Francia, posso ricoprire tutti i ruoli dietro la punta centrale. Lavoro per farmi trovare pronto”. 

Ufficialmente il giocatore ex Genoa è fuori per una tendinopatia al tendine prossimale del flessore destro, ma nessuno ha mai fatto accenno ai tempi di recupero.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy