Niang in rete contro il Reims in Ligue 1, in gol anche Zigoni e Beretta contro il Perugia

DIAVOLI FUORI SEDE (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Questa settimana, il Milan era chiamato a confermare le vittorie contro Hellas Verona  e Cagliari. Il Torino però è partito per vincere e al 15° si è portato sull’1-0 con Immobile che ha approfittato di un errore difensivo di Bonera. Partita subito in salita con i rossoneri che però trovano il pari grazie all’azione personale di Adil Rami. In settimana, Oduamadi  è ritornato a Varese dopo 4 mesi al Brescia mentre Ganz è passato dal Lumezzane al Barletta. Lontano da Milano, come si saranno comportati i diavoli fuori sede? Ecco nel dettaglio:

Matri, Alessandro (Fiorentina) – Risultato a sorpresa al Sant’Elia. Dopo aver perso contro il Milan, il Cagliari batte la Fiorentina per 1-0. Decide la partita la rete di Pinilla su rigore al 39° che approfitta di un ingenuo fallo di Roncaglia su Sau in area Viola. Matri schierato titolare da Vincenzo Montella, risente della marcatura esemplare di Rossettini e non riesce mai ad essere pericoloso.

Boateng, Kingsley (Catania) – Partita entusiasmante tra Catania e Livorno, 3-3 il risultato finale. Tutte le sei reti sono state segnate nel secondo tempo: apre le danze il Livorno con Emeghara al 50° ma Bergessio riporta il risultato in parità al 61°. Al 72° passano in vantaggio ancora i toscani con Paulinho ma subito pareggia Barrientos al 75°; i granata si riversano in attacco e trovano di nuovo la via della rete con Emeghara al 77°, l’illusione della vittoria del Livorno dura però fino al 90° quando Almiron sigla il gol del 3-3 che chiude definitivamente il match. Boateng è rimasto in panchina tutto l’incontro.

Paloschi, Alberto (Chievo) – Brutta battuta d’arresto per il Chievo di Paloschi che perde in casa per 2-0 contro la Lazio. Il campo era molto pesante e l’ex rossonero ne ha risentito molto. Nonostante tutto è riuscito a rendersi pericoloso in almeno due occasioni avvicinandosi al pareggio. Passano in vantaggio gli ospiti con Candreva al sesto minuto e raddoppia Keita a metà ripresa.

Salamon, Bartosz (Sampdoria) – La Sampdoria di Salamon vince il “Derby della Lanterna” superando il Genoa per 1-0 grazie alla rete di Maxi Lopez al 24°. L’ex difensore rossonero è rimasto in panchina per tutti i novanta minuti.

Vergara, Jherson (Parma) – La partita tra Roma e Parma è stata sospesa dopo 8 minuti di gioco. Vergara non era tra i convocati di Mister Donadoni.

Niang, M’Baye (Montpellier) – Il Montpellier vince e Niang segna ancora. Questa settimana ad uscire sconfitto è il Reims che in casa perde per 4-2. Netta la supremazia degli ospiti che già nel primo tempo erano avanti di due reti grazie a Marveaux e Cabella. Lo stesso giocatore segna la rete del 3-0 al 56° ma quando sembrava che la partita fosse già decisa, il Reims si fa pericolosamente sotto con Ayite al 56° e con l’autorete di El Kaoutari. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa Niang che segna il definitivo 4-2. Ottima la partita del francese che viene sostituito da Montano al 75°.

Nocerino, Antonio (West Ham) – Il West Ham fa un sol boccone dello Swansea e alla fine del primo tempo aveva già la partita in mano: risultato finale West Ham-Swansea 2-0. Decide la partita la doppietta di Nolan. Nocerino ha assistito alla partita dalla panchina insieme a Marco Borriello.

Didac, Vilà (Betis) – Inaspettata la vittoria del Betis in casa contro l’Espanyol, 2-0 il risultato finale grazie alla doppietta di Castro: il primo gol al 71° e il secondo allo scadere. L’ex terzino rossonero non era tra i convocati.

In serie B:

Ely, Rodrigo e Oduamadi, Nnamdi (Varese) – Oduamadi è ritornato al Varese dopo quattro mesi a Brescia, per rivederlo in campo dobbiamo aspettare però la prossima settimana. Brutta la partita del Varese che in casa del Modena perde malamente per 4-1. Apre le marcature Zoboli al 26°, il raddoppio al 48° con Rizzo e il rigore di Babacar porta il risultato sul 3-0 per i modenesi. La squadra lombarda con una reazione d’orgoglio accorcia le distanze con Rea al 77° ma quattro minuti dopo Molina mette il sigillo il match segnando il 4-1. Rodrigo Ely era tra i titolari e ha giocato una buona partita, nonostante la brutta prestazione della squadra. L’ex centrale rossonero ha recuperato un gran numero di palloni e ha finalizzato molti passaggi, provando anche ad impostare l’azione offensiva sin dalle retrovie.

Fossati, Marco (Bari) – Sconfitta di misura per il Bari di Fossati in trasferta contro il Brescia, 2-1 il risultato finale. Al 30°, il gol di Sciaudone illude i baresi che nella ripresa vengono prima raggiunti e poi superati da due rigori siglati da Sodinha al 66° e da Saba all’84°. Fossati non era tra i convocati.

Comi, Gianmario (Virtus Lanciano) – Anche per la Virtus Lanciano sconfitta di misura in trasferta per 1-0 contro la Reggina. Partita equilibrata decisa dal gol di Barillà al 65° mentre Comi non era tra i convocati.

Lora, Filippo (Cittadella) – Sconfitta anche per il Cittadella in trasferta contro la Ternana: 2-1 il risultato finale. Passa in vantaggio la squadra di casa al 20° e raddoppia con Antenucci al 41°. Al 66° accorcia le distanze Perez subentrato da pochi secondi a Burraco. L’ex trequartista rossonero è ancora fermo ai box in seguito all’infortunio ai legamenti di inizio stagione.

Verdi, Simone (Empoli) – Partita dal sapore di Serie A tra Empoli e Palermo, match equilibrato e risultato in parità. Le due squadre si studiano e servono 70 minuti prima che i siciliano sferrino l’attacco decisivo con Lafferty. La gioia del vantaggio dura però dieci minuti, ci pensa Tavano a portare sull’1-1 l’incontro. Verdi era tra i titolari ed è stato sostituito da Pucciarelli al 67°, pochi minuti prima del vantaggio rosanero. Buona la prestazione del trequartista che ha tenuto in mano le redini del centrocampo durante tutta la gara. Tanta grinta per l’ex rossonero che ha rimediato un cartellino giallo al 22°.

In Lega Pro Girone A e B:

Ganz, Simone (Barletta) – In settimana, Ganz è passato dal Lumezzane al Barletta. Poco felice l’esordio dell’ex rossonero che vede la sua nuova squadra soccombere sotto i colpi della Salernitana. Apre le danze Vegenin al 36°, raddoppia Mancini al 50° e Mendicino al 59°. Il Barletta ha l’occasione di accorciare al 70° per fallo di mano di Scalise in area. S’incarica La Mantia, ma Gori si oppone. Ganz è subentrato ad inizio del secondo tempo a Zigon, non riuscendo ad incidere sul match e non rimediando nemmeno un tiro nello specchio della porta avversaria.

Valoti, Mattia (Albinoleffe) – Match equilibrato tra Pro Vercelli e Albinoleffe. Buon inizio dei padroni di casa, che si portano in vantaggio dopo un quarto d’ora grazie al colpo di testa di Scavone. Nella ripresa però l’Albinoleffe trova fiducia e il pareggio al 54° su calcio di punizione con Regonesi: 1-1 il risultato finale. Valoti ha scontato l’ultima delle tre giornate di squalifica comminategli dal giudice sportivo.

Zigoni, Gianmarco e Beretta, Giacomo (Lecce) e Henty, Ezekiel (Perugia) – Derby rossonero tra il Lecce di Beretta e Zigoni e il Perugia di Henty: 3-4 il risultato finale. Gli ospiti si portano sul 2-0 grazie alle reti di Eusepi su rigore al quinto minuto e Moscati al 25°. I giallorossi accorciano sul 2-1 grazie alla rete di Miccoli su rigore allo scadere della prima frazione di gioco. I salentini trovano il pareggio grazie a Beretta al 47° che delizia il pubblico con un grande gesto tecnico. L’ex rossonero stoppa al volo un preciso cross prima di scagliarlo all’incrocio dei pali da fuori area. Beretta era appena subentrato a Salvi. Il Perugia però non demorde e si riporta in vantaggio con Scognamiglio al 51° e allunga sul 4-2 con Sporcati dopo pochi minuti. I ragazzi di Mister Lerda, nonostante le due reti di svantaggio, provano a pareggiare la partita. Zigoni di testa segna allo scadere e porta sul 4-3 l’incontro mentre Beretta spreca la rete del possibile 4-4. Henty è subentrato ad Eusepi al 40° non avendo il tempo abbastanza per potersi rendere pericoloso.