Siena fu la fine, non l’inizio: Mexes, un rimpianto lungo una stagione

Arianna Sironi è nello staff di SpazioMilan.it dalla sua nascita, l’8 marzo 2011, ed è una delle prime firme del sito. Conduce con il vicedirettore Daniele Mariani “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel palinsesto pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

Sì, De Sciglio è spento, Balotelli ha più bassi che alti, a Robinho non lo smuove nemmeno la voglia di Mondiale e via così verso le tante altre delusioni di una stagione difficile. Ma più di tutti, più della “normalità”di De Sciglio, più delle squalifiche di Balo, più dell’anonimo brasiliano ora infortunato: ecco l’ormai ex eroe, Philippe Mexes. La fascia della scossa, sabato contro il Napoli, non ha cambiato i risultati di un periodo nero che viene in conseguenza ad una stagione di certo non esaltante.

Ma Philippe dove sei? Finiti i guai fisici che ne hanno costellato, forse anche frenato, la carriera, il difensore ex Roma avrebbe tutte le caratteristiche per guidare la retroguardia rossonera. Eppure non ci riesce, non è mai riuscito. La sua non è mancanza di personalità (viste anche certe scorribande ad alto rischio) o di mezzi (colpo di testa, velocità, tecnica), come del resto non posso e non voglio pensare che un giocatore da 4 milioni di euro a stagione non faccia il professionista perché già sa che il suo futuro sarà lontano. Allora i problemi sono testa, concentrazione e costanza. Per Giovanni Galli il suo punto debole è quello di voler giocare in solitaria, mentre Boban è più duro nel definirlo “poco serio”.

In estate, ci sono pochi dubbi, il francese lascerà Milanello. Nell’armadietto un ricordo indelebile: quel gol a Siena che regala un Europa da brividi dopo una gran cavalcata. Lì avrebbe dovuto esserci la svolta, la stagione successiva, nonché quella in corso, avrebbe dovuto essere sua: da leader, anche un po’ da eroe. Ma quell’urlo resta lontano, errore su errore il ricordo si cancella e si trasforma in un rimpianto di quello che avrebbe potuto essere e non è stato.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy