Cagni: “Balotelli è un ragazzo sensibile, ma deve cominciare una vita d’atleta”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Gigi Cagni, ex allenatore tra le altre di Parma, Sampdoria e Genoa, ha commentato, ai microfoni di TMW, le lacrime di Mario Balotelli dopo la sostituzione nella gara tra Milan e Napoli.

Ecco quanto dichiarato da Cagni: “Balotelli è un ragazzo sensibile, ma lui non è più un ragazzino e dovrebbe iniziare a far bene la vita professionale, sono molto combattuto. Se vuoi diventare un campione nel calcio devi fare una vita d’atleta. Balotelli non ha nulla in meno ad un Messi o Cristiano Ronaldo, ma deve perdere i vizi che ha, cominciare ad andare a letto presto, solo così potrà diventare un giocatore sul quale costruire una squadra. Credo che le sue lacrime siano dovute al fatto di non esser riuscito a dare una mano”.