La difesa vero tallone d’Achille: sono già 44 le reti subite!

Napoli-Milan-3-1
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La sconfitta di ieri al San Paolo contro il Napoli, ad ogni modo non una squadretta qualsiasi, ha messo in risalto, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la fragilità difensiva del Milan.

Ad impressionare è stata soprattutto la facilità con la quale gli uomini guidati da Benitez penetravano nell’area rossonera, spesso per vie centrali, per poi arrivare al tiro. Ad accentuare ulteriormente la pochezza difensiva del Milan, ci hanno pensato i singoli,  escluso il salvabile Rami, in serata non propriamente di grazia: Emanuelson, fumoso sia da terzino che da trequartista, De Sciglio, che ha coronato la sua prova negativa sbagliando il fuorigioco, insieme al capitano di serata, che ha permesso il terzo gol dei partenopei, e Mexes, in assoluto il più negativo tra i rossoneri.

Con i 3 gol subiti contro gli azzurri, sono già 44 i palloni raccolti in fondo alla rete quest’annata da i vari Abbiati, Amelia e Gabriel, così suddivisi: 35 in campionato, 3 in Coppa Italia, 5 nella fase a gruppi della Champions ed uno nei preliminari, con la media di 1,33 reti incassate a partita . Un’enormità anche se paragonati ai gol subiti nella scorsa, esaltante solo nella seconda parte, stagione, quando i gol subiti furono complessivamente 51 così ripartit: 39 in campionato, 2 in Coppa Italia e 10 in Champions League. Una bella gatta da pelare per mister Seedorf.