SM RELIVE/ Montolivo: “Abbiamo bisogno di una vittoria in una grande serata. Sulla Champions…”

A due giorni dalla super sfida contro la Juventus, il capitano rossonero Riccardo Montolivo risponde in diretta alle domande degli abbonati di Milan Channel, nel corso di Milan Channel Live.

LA DIRETTA IN PILLOLE

– Sul Milan in Europa la prossima stagione: Credo che siamo ancora in corsa per un posto in Europa League. E’ chiaro che non siamo abituati a vedere un Milan fuori dalle coppe quindi faremo di tutto per far in modo che non succeda”.

– Sul clima a Milanello: “E’ sempre stato positivo, anche prima, capita che quando tutte le parti in causa cercano di fare il bene non si riesce a farlo, e poi l’allenatore paga sempre per tutti pur non essendo il principale responsabile. La scossa è partita da noi e con il nuovo allenatore siamo riusciti a trovare dei miglioramenti che si spera possano continuare fino alla fine”.

– Sul numero di maglia: “Ho sempre indossato il 18 da quando ho iniziato a giocare, all’Atalanta presi il 18 perchè è il giorno del mio compleanno. Da lì ho indossato sempre quel numero”.

– Sulla fascia di capitano in proiezione Atl. Madrid: “Nella partita di andata abbiamo dimostrato di potercela giocare tranquillamente contro di loro, ma al ritorno sarà una partita diversa perché in casa loro faranno pesare il campo ma noi abbiamo le qualità per passare il turno anche se partiamo in svantaggio. La fascia di capitano viene condivisa anche con gli altri compagni, il capitano è un punto di riferimento ma la forza vera la fa il gruppo”.

– Sui suoi gol a San Siro: “Sarebbe il caso di farne qualcuno a San Siro, ma al di là dei miei gol sarà importante dare una risposta, perché le prestazioni ci sono state me abbiamo bisogno di una vittoria in una grande serata”.

– Sul suo carattere “positivo”: “E’ un lato di me, cerco sempre di vedere gli aspettivi positivi nelle situazioni negativi, partendo da quelli per migliorare i difetti. Credo sia il modo migliore per affrontare le cose brutte del calcio e della vita”.

– Su Berlusconi: “E’ sempre importante, viene spesso alla vigilia di partite delicate e difficili da preparare dal punto di vista emotivo. Riesce sempre a stemperare le tensioni e trasmettere serenità alla squadra e i risultati si vedono. La sua visita ci dà sempre quel qualcosa in più”.

– Sulla condizione del Milan: “La crescita c’è stata ed è evidente dal punto di vista dell’equilibrio di squadra che ci ha permesso di difendere ed attaccare meglio. L’arrivo di Seedorf ha dato entusiasmo, è venuto in un momento difficile di cui i primi colpevoli eravamo noi e il primo che paga ovviamente è l’allenatore. La scossa è partita proprio da noi perché ci sentivamo responsabili di questo esonero. La crescita ovviamente non basta perché dobbiamo dimostrare di essere da Milan”.

– Sulla gara con la Juve: “Al di là dell’avversario la crescita è stata evidnete in queste partite soprattutto dal punto di vista dell’equilibrio. Sappiamo di dover mettere in campo molte cose. E’ una delle partite speciali di un campionato. Un anno fa ho ricevuto dal presidente la fascia di capitano ed è stata una serata indimenticabile. Speriamo sia bella anche domenica, perché ne hanno bisogno i tifosi e le classifica. Dobbiamo risalire e credo che sia una partita importante per l’autostima e la fiducia. Giochiamo contro una grandissima squadra ma abbiamo le qualità per metterli in difficoltà”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy