Mancini: “Balotelli deve uscire dal guado. Seedorf? Le conoscenze del mestiere non si comprano”

Il tecnico del Galatasaray Roberto Mancini ha rilasciato una lunga intervista a La Stampa, nella quale ha avuto la possibilità di trattare numerosi temi e trovato anche il tempo di parlare del Milan e del suo giocatore più rappresentativo, quel Mario Balotelli che lui volle fortemente al Manchester City. Il tecnico di Jesi ha usato bastone e carota con SuperMario: “Balotelli ha un talento straordinario che deve decidersi a usare con continuità, perché intanto il tempo passa e lui rischia di restare a metà del guado. Ha i colpi decisivi, il gol al Bologna è stato l’emblema delle sue qualità“.

Meno dolci le parole per Clarence Seedorf, da un mese circa allenatore dei rossoneri: “Giocai con lui nella Samp quando era giovane ed è giovane pure come allenatore: ha bisogno di più tempo perché le conoscenze del mestiere non si comprano e le buone idee vanno testate sul campo. A parole ci si può dichiarare molto offensivi. Poi bisogna trovare il bilanciamento“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy