Seedorf lancia un altro indizio: Balo verso l’epilogo in rossonero?

Andrea Longoni è giornalista professionista dal 2010. Lavora dal 2006 nella redazione sportiva di Telelombardia e Antenna 3. Inviato a seguito del Milan a Milanello e sui campi, conduce la trasmissione QSVS ogni martedì sera. Da quest’anno collabora con SpazioMilan.it: è sua la firma dell’editoriale del venerdì.

“Balotelli non è ancora campione”, il titolo lo ha regalato ieri Clarence Seedorf in conferenza stampa a Milanello. Un pensiero abbastanza diffuso, questo, ma se a sottolinearlo è il neo tecnico del Milan, allora la discussione è più che mai aperta. L’attaccante, al di là delle questioni extracampo, non ha ancora fatto vedere il salto di qualità che da lui tutti, ormai da anni, ci aspettiamo.

Analizziamo i numeri: 25 presenze, 12 gol, un gol ogni 168’, 13 ammonizioni. Curioso che Balo abbia collezionato più gialli che gol, ma nonostante questo rilievo, la stagione non è da buttare. Da lui ci si aspetta però un peso specifico maggiore, che inizi a trascinare il gruppo e che garantisca continuità di rendimento. Tutto questo a oggi è mancato, senza scusanti.

Andando oltre è doveroso proiettarci al futuro. Mesi fa vi avevo anticipato proprio su SpazioMilan che a fine anno le strade tra Mario e i rossoneri si sarebbero separate. Ora anche gli indizi portano a questo epilogo. Non è casuale che Seedorf lanci questa frecciatina proprio qualche giorno dopo la cena di Villa San Martino: che Balo non sia un campione è un pensiero condiviso con il presidente Berlusconi. Lui e la figlia Barbara vogliono cedere il giocatore al più presto, il tecnico chiaramente non si oppone e l’entourage del bresciano sta già lavorando da mesi per trovare una destinazione. Soluzione, questa, gradita dalla stragrande maggioranza di chi ha il Milan nel cuore…

A presto su SpazioMilan.it

Twitter: @AndreaLongoni5

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy