Vince il mercato di gennaio. Amelia, finalmente è riscatto

AMELIA 7 – Il secondo di Abbiati riscatta la disastrosa trasferta di Cagliari con due grandissimi interventi su Eder. Se il Milan non ha preso gol, oggi, gran merito è suo.

ABATE 6 – Fa una partita di contenimento e concede pochissimo sulla sua fascia. Rispetto al solito, si vede meno in fase di spinta. E non è per forza un male.

RAMI 7,5 – Migliore in campo. Il francese non sbaglia niente in difesa, sfrutta il suo enorme potenziale aereo e realizza il suo secondo gol. Il Milan ha trovato il centrale che stava cercando.

ZACCARDO 6 – Seedorf lo preferisce a Mexes e lui lo ripaga con una gara attenta. Qualche sbavatura su Eder, ma ha la fortuna di aver Rami al suo fianco che sistema anche i suoi errori.

CONSTANT 6 – Il terzino sinistro titolare non è più lui, ma il ritorno dal primo minuto è sufficiente. Con Taarabt crea molti problemi su quella fascia.

Dal 75′, EMANUELSON s.v – Entra sul due a zero con la Samp in dieci. Contribuisce a mantenere il risultato.

MONTOLIVO 6,5 – Ottima prova del capitano, soprattutto nella ripresa. Seedorf gli chiede maggiore copertura e lui recupera un’infinità di palloni. Buona qualità anche nelle giocate e nelle verticalizzazioni per gli attaccanti.

MUNTARI 6 – In mezzo soffre la fisicità di Obiang, ma lotta come al solito senza risparmiarsi. Si prende un giallo che gli farà saltare la Juve, una sfida che per lui evoca brutti ricordi…

Dal 63′, ESSIEN 6 – Meno bene rispetto alla gara contro l’Atletico, ma fornisce ugualmente una prova di sostanza e lucidità. I compagni si fidano molto di lui, che difficilmente fa la cosa sbagliata con la palla tra i piedi.

TAARABT 7 – Altra grandissima partita del marocchino, ormai titolarissimo di questo Milan. Nel primo tempo sblocca la gara e fa impazzire i difensori blucerchiati. Nella ripresa cala un po’, ma è suo il cross che porta al gol Rami. Non plus ultra.

SAPONARA 6 – Seedorf gli concede questa chance dal primo minuto e lui la sfrutta a metà. Nel primo tempo è vivo e si fa vedere negli spazi giocando molto vicino a Pazzini. Sfiora il gol con una bellissima girata al volo,ma poi si spegne col passare dei minuti.

Dal 55′, POLI 6.5 – Entra nella ripresa al posto di Saponara e come in Champions inizia a fare avanti e indietro senza fermarsi. Seedorf potrebbe aver trovato la chiave tattica per affrontare alcuni match col 4-2-3-1.

HONDA 6 – Tocchi veloci di prima e buona visione di gioco. Deve essere più presente in zona gol e cercare maggiormente il tiro.

PAZZINI 7 – Non segna contro la sua ex squadra, ma gioca una partita di sacrificio e sostanza. Lotta contro i due centrali blucerchiati, tiene la palla, dialoga con i tre trequartisti e dimostra una condizione atletica invidiabile. Sul gol di Rami commette fallo su Da Costa.

SEEDORF 7 – L’antivirus non ha ancora fatto pieno effetto, ma i risultati iniziano davvero a vedersi. La squadra cerca sempre di imporre il suo gioco e crea molte occasioni: 6 partite in campionato, 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta. Mica male per un esordiente.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy