Boateng: “Soffro per il Milan, troppa pressione su Balo

Kevin Prince Boateng osserva ancora da vicino la sua ex squadra, è capitato più volte in questa stagione che fosse a San Siro al fianco dei suoi vecchi compagni. Il trequartista ghanese ha parlato a Verissimo della situazione rossonera: “Io soffro un po’ a vedere il Milan in questa situazione, perché sono ancora un suo tifoso ed è sempre nel mio cuore. Seedorf è certamente meglio come calciatore, perché ha giocato per tanti anni. Come allenatore ha bisogno di un po’ di tempo. Non è facile arrivare in una situazione così al Milan e cambiare le cose in un giorno. Per me può essere un grande allenatore, ma bisogna dargli tempo“.

Sul caso Balotelli: “Secondo me su di lui c’è troppa pressione. Mario è ancora giovane e, se ha la testa sgombra, è un grande giocatore, ma ha troppa pressione sulle spalle“. Su un suo possibile ritorno al Milan: “Non so. In Germania mi trovo benissimo perché è casa mia, io sono nato qui. Ma nel mondo del calcio non si sa mai. Io ho vissuto tre anni fantastici a Milano ed è sempre nel mio cuore. Vedremo“.

Infine un commento sulla nazionale italiana: “Se gioca Cassano sicuramente la Nazionale italiana può arrivare tra le prime quattro. Antonio è in un momento incredibile. Voglio parlare con Prandelli per dirgli di portarlo in Brasile. Totti? Perché no. Lui è ancora forte, anche se ora è un po’ vecchio, ma gioca bene. Anche per la squadra sarebbe un buon segnale, perché lui ha molta esperienza“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy