Conferenza Seedorf: a Milanello le parole LIVE dell'olandese

SM RELIVE/ Seedorf: “Balotelli sta bene. Twitter? Qui interessano solo banalità. Honda sarà titolare. Prima il gioco, poi le vittorie”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Da Udine passa l’Europa, quella dell’anno prossimo e quella di quest’anno. Il Milan domani è chiamato a non fallire approccio e prestazione in campionato, aspettando la Champions. A Milanello, è in programma la conferenza stampa di Clarence Seedorf in vista dell’Udinese.

RILEGGI LA CONFERENZA IN DIRETTA

13.15 – La conferenza è terminata.

Ancora su Honda: “È pronto a fare un’altra bella gara“.

Su DeSciglio in Nazionale: “Prandelli non mi ha chiamato, non me l’aspettavo. È stato in panchina con la Juventus perché non era al meglio, ma non vedo nessuna polemica“.

Su Kakà: “Se riposa? Tutto è possibile“.

Su Balotelli e Twitter: “È una sua responsabilità, non sono io a dover dirgli come comunicare. La cosa brutta è che in Italia danno importanza a queste cose, sono preoccupato che qui interessa la banalità. Ci vuole rispetto, come quando si diceva che avevo le ciabatte in panchina: non era vero! In Brasile si usava anche di più Twitter, quel che cambia è l’interesse che va data alla notizia. Stava giocando a ping pong? Bene, magari è positivo. Voi non siete medici. Se dopo quella foto ieri non si fosse allenato era un problema, invece sta recuperando. Impedire a giocatori i social network? Impossibile“.

Su Honda: “Domani giocherà dall’inizio. Sta recuperando e può darci una mano: nel calcio tanti e grandi giocatori hanno giocato e giocano in posizioni che non gradiscono, come ho fatto io per tanti anni… Non è continuo, ma può ricoprire più ruoli, non solo la posizione centrale.  I dubbi vengono più da fuori che da noi, lui è a disposizione e non c’è problema. Anche Kakà vorrebbe agire più in mezzo, un pallone d’Oro, ma l’importante per tutti è il bene della squadra“.

Sui gol che mancano: “La ruota girerà, basta solo aspettare“.

Sui gol subiti: “Contro la Juventus l’errore è stato sul primo, non sul secondo, un tiro da 30 metri che in carriera ho fatto anche io. Tevez ha fatto la differenza in tutte e due le occasioni: questo è il calcio. Abbiamo creato moltissimo senza incidere, al contrario loro: le giocate non ci hanno sorriso, ma la qualità c’è stata“.

Sul gioco: “Io voglio continuare a giocar bene, i risultati arriveranno di conseguenza. Se giochi male non vinci quasi mai, se succede tanto meglio, ma a noi interessano gli applausi dei tifosi per come affrontiamo le gare“.

Su Diego Costa: “Con la Spagna ha dimostrato tutta la sua intelligenza e pericolosità, sfruttando i vari palloni che gli sono arrivati. Ci penseremo da domenica“.

Sugli infortunati: “Poli dice che ragiona sempre meglio… Lo stiamo valutando giorno dopo giorno, il trauma cranico va rispettato: vedremo. Zapata non ha giocato con la Colombia ed è stato un bene, ma ieri si è allenato forte insieme a Balotelli. Mario sta bene, ha ancora dolore alla spalla ma è normale: fisicamente è in di nuovo in condizione, è a disposizione“.

Sulla formazione: “Ci saranno dei cambiamenti rispetto al solito, non possiamo non tener conto dell’Atletico Madrid“.

Sulle fatiche dei Nazionali: “È un altro test importante, sia per chi è rimasto sia per chi è appena tornato: sono fiducioso, sono sereno di scegliere perché ho visto bene il gruppo in settimana“.

Sull’Europa League: “La classifica non serve guardarla, bisogna fare il massimo fino alla fine, il meglio in campo. Poi si vedrà se sarà Europa o meno, lo dico per esperienza. Non ci deve essere nessun peso o pensiero specifico: l’obiettivo è vincere tutte le partite“.

Ancora sull’Udinese: “I punti di forza dell’Udinese sono chiari, non hanno solo l’obiettivo di fare bene in campionato ma anche quelle di mettere in mostra tanti giovani interessanti: complimenti. Noi dobbiamo pensare a non prendere sotto gamba l’appuntamento, sarà fondamentale l’atteggiamento. Contro la Samp era una sfida delicata e abbiamo vinto, domani sarà lo stesso: la squadra si dovrà aiutare in campo“.

Su Saponara: “Ho voglia di lavorare con tutti, Saponara si è sempre allenato molto bene. Ha fatto un buon primo tempo con la Samp, anche se gli manca ritmo e condizione per giocare con regolarità: deve ancora crescere, ma lo aspetto“.

Sull’Udinese: “Siamo sempre stati bravi e guardare partita dopo partita, per noi l’Udinese è il primo obiettivo“.

 

12.40 – Queste le dichiarazioni rilasciate da Seedorf, in anteprima, a Milan Channel: “L’incontro con Ancelotti è stato bellissimo, molto emozionante: è stato un rapporto di amicizia profondo, intenso e ancora vivo: non si cancellerà mai. A Coverciano è stato carino, ho ritrovato tanti vecchi amici e nuovi colleghi. Ieri è stato un onore per me essere a Milano alla Giornata dei Giusti, soprattutto per i tanti ragazzi giovani presenti: dobbiamo inseguire la strada della pace per un mondo migliore. Zapata sta bene, Balotelli sente ancora dolore ma ieri ha fatto un ottimo allenamento: entrambi sono a disposizione per l’Udinese. Domani è importante vincere per trovare continuità, chiedo alla squadra attenzione e convinzione. A Coverciano è stato carino, ho ritrovato tanti vecchi amici e nuovi colleghi. Senza Poli ci manca un giocatore di livello, quando è uscito con la Juventus ci è mancato un po’ di equilibrio. Con la Juventus abbiamo fatto un’ottima prestazione, faccio ancora i complimenti alla squadra. Creiamo diverse occasioni, è fondamentale questo: quanti attaccanti passano 3 mesi senza segnare? E’ una ruota che gira, succede: alla fine la classe non è acqua… Kakà, Pazzini e Balotelli torneranno presto a buttarla dentro”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy