disastro difesa - Il reparto peggiore è stato quello arretrato

Terzini colabrodo, Rami spezzato. In difesa si salva solo Bonera

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Nel bruttissimo Milan di ieri sera sono davvero pochi i giocatori che possono dire di aver disputato una gara decente e che abbiano conquistato almeno la sufficienza. Così come i reparti: evanescente l’attacco, inefficace il centrocampo, disastrosa la difesa. Ed è proprio quest’ultimo il reparto che sembra avere i maggiori problemi ed in cui le cose da inizio stagione non sono mai andate come dovevano. Rami, Bonera, Emanuelson, Abate, a parte il centrale ex Brescia, la partita degli altri tre è stata costellata di errori madornali.

Con il rimpianto di aver lasciato De Sciglio in panchina in una partita del genere, sono state proprio le corsie laterali una delle chiavi del successo dell’Atletico. Sia Abate che Emanuelson non sono mai riusciti a dare il giusto apporto in fase propulsiva ed hanno perso troppo spesso il loro confronto diretto con le ali biancorosse. Sia Arda Turan che Koke hanno fatto il bello ed il cattivo tempo sulla loro zona di competenza senza che i terzini rossoneri ci abbiano mai saputo mettere una pezza. I cross: cosa??? Questi sconosciuti.

Uno dei peggiori tra andata e ritorno è stato sicuramente Adil Rami. Il difensore franco marocchino, che nelle ultime gare aveva dato importanti segnali di crescita, è colpevole su almeno tre delle cinque reti segnate dall’Atletico. Diego Costa si sarà sicuramente stupito dello spazio gentilmente concesso dal centrale transalpino nei suoi primi due gol (tra andata e ritorno) ed anche sulla punizione che ha portato alla rete di Raul Garcia. L’unico a salvarsi, come detto, è stato Daniele Bonera che almeno ha lottato, corso e rincorso gli avversari, mostrando lo spirito giusto. Troppo poco per riabilitare un intero reparto.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy