Donadoni Juventus Capello - "La squadra di Conte simile al mio Milan"

Donadoni: “Sono triste per il momento del Milan. Seedorf? Avrebbe potuto chiamarmi”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Roberto Donadoni sta guidando il Parma ad una grande stagione, grazie al talento di Cassano e Biabiany è sesto in classifica, in piena zona Europa League. Il tecnico gialloblu ha rilasciato una lunga intervista a “Il Giornale“.

In vista della prossima partita con la Juventus, Donadoni elogia la squadra di Conte facendole un importante paragone: “Bisogna avere rispetto per la sua marcia trionfale e riconoscerne i meriti. La Juve è una bella corazzata, mi ricorda il Milan di Fabio Capello, collezionista di 4 scudetti in 5 anni. Anche nelle partite più complicate, tira fuori la zampata“. Sul momento del Milan: “Da vecchio tifoso milanista, ho provato una grande tristezza“.

Una curiosità sulla sfida di San Siro, qualche voce suggerisce che Seedorf abbia mandato Crespo a spiare gli allenamenti di Donadoni: “Francamente non so come sia andata. Ma glielo dico in modo semplice: se Seedorf avesse avuto bisogno di qualche informazione sul Parma, avrebbe potuto chiamarmi al telefono, non ho segreti da custodire!“. Infine l’allenatore parla dei suoi modelli, tra cui numerosi rossoneri: “Tutti pensano solo a Sacchi e Capello. Io aggiungo, se permettete, anche Parreira e Liedholm. Da Arrigo ho preso il suo essere maniacale. Io sono moderatamente maniaco. Da Capello ho preso la duttilità: lui era capace di litigare in modo aspro e il giorno dopo era tutto cancellato, dimenticato. Questa lezione mi è servita moltissimo perchè tutti i giorni sei alle prese con i calciatori che sono campioni di individualismo“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy