editoriale dimitri - Seedorf salva la sua panchina dopo Firenze

Seedorf salvo dopo Firenze, ma resta il problema del gol su azione

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Lino Dimitri è giornalista pubblicista dal 2012. Redattore di SpazioMilan.it dal settembre 2011: è sua la firma nell’editoriale del sabato. Lavora nella redazione di LecceNews24.it occupandosi di cronaca, politica, eventi e sport. In passato ha collaborato con Bordocampo.net e Sportmain.it.

Erano molti gli esperti convinti che Seedorf non avrebbe superato indenne la doppia sfida contro Lazio e Fiorentina, e se la prova di domenica all’Olimpico aveva alimentato queste voci a causa di una prestazione insufficiente della squadra, la vittoria del Franchi stravolge tutti i pronostici e porta in casa rossonera una ventata d’entusiasmo in un ambiente dato per spacciato. L’allenatore olandese, d’altronde, da quando è sbarcato a Milano per iniziare la sua avventura sulla panchina del club di via Rossi, ha sempre affermato di non poter fare miracoli ed è difficile che abbia iniziato a farne tra le giornate di domenica e mercoledì.

Eppure a distanza di tre giorni si sono viste due squadre completamente diverse tra loro, arrendevole e rinunciataria quella scesa in campo a Roma, determinata e combattiva fino all’ultimo secondo quella che ha giocato ieri sera a Firenze. Da un punto di vista tattico Seedorf ha cambiato pochissimo nel corso della sua gestione. Il suo modulo di riferimento continua ad essere il 4-2-3-1, la differenza è che ora la squadra ha imparato ad essere meno spregiudicata e non rifiuta un “catenacciaro” 4-4-1-1 in fase difensiva. I rossoneri continuano a faticare ad arrivare al gol su azione, questo è invece un difetto che il modulo dell’orange ha presentato dall’inizio e che ancora non è stato risolto.

La sensazione è quella che Seedorf sia in balìa di una squadra che non è sua, di un gruppo che quando ha voglia di giocare e riesce ad indirizzare le partite nel verso giusto è in grado di stupire, ma per farlo deve compattarsi sotto la stessa ègida; la voglia di tentare l’impresa in Europa, la voglia di battere la capolista, il desiderio di salvare Seedorf; già, perché al di là delle indiscrezioni che girano, ieri la squadra ha dato il tutto per tutto per salvare il proprio allenatore, e la prestazione del Franchi vale più di mille articoli da prima pagina: la squadra è con l’olandese, ora starà al tecnico riuscire a tenere alti il morale e la grinta in vista di un finale di stagione in cui tutti si giocano il posto.

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy