Inzaghi Scudetto - "Milan ti porterò il tricolore primavera"

Inzaghi: “Milan, ti regalerò lo scudetto!”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Filippo Inzaghi ha partecipato ad un evento con gli Allievi degli Aldini in cui ha scoperto la possibilità di insegnare calcio anche tramite le nuove consolle, grazie a Xbox e il videogioco Fifa 14. A termine della presentazione ha parlato a “Il Giornale“: “Mi è piaciuta molto perché puoi riprodurre gli schemi che vuoi fare sul campo in modo verosimile, ancora più dei video che finora ho mostrato ai ragazzi su quello che facevamo noi o i nostri avversari. In più si rende partecipi i ragazzi attraverso una loro passione, che ha un risvolto formativo e costruttivo per il tuo lavoro”.

Sul suo lavoro da allenatore: “Cerco di portare quello che ero io, di far capire come si può diventare un bravo giocatore con i comportamenti, con l’essere uomo fuori dal campo. Anche perché quando si pareggiano i valori, a fare la differenza può essere quello che sei al di fuori. Questa cosa mi viene semplice perché l’allenatore non deve essere finto e io cerco di essere sempre me stesso“.  I suoi modelli: “Ancelotti è riuscito a farsi amare da tutti i suoi giocatori, sia da chi giocava sia da chi stava fuori. E nel nostro lavoro è difficile. Spero di essere così anche per la mia squadra. Penso alla vittoria del Viareggio centrata proprio per l’unione d’intenti, è quello che mi rende più felice di quel successo“.

Dopo il Viareggio Inzaghi vuole togliersi un’altra soddisfazione: “Insomma quando Galliani e la proprietà, da Barbara Berlusconi al presidente, non hanno voluto che andassi al Sassuolo l’ho accettato serenamente. E poi avevo il tarlo del Viareggio perché non ci avevo mai partecipato e il Milan non vinceva da tanto. Speravo di vincerlo, forse anche quell’illuminazione ha fatto sì che io rimanessi. Adesso vado avanti per la mia strada. C’è il Brescia (oggi, ndr) e speriamo che anche la prima squadra faccia bene.  Soprattutto grazie ai miei ragazzi. Faccio quello che il Milan mi chiede. Adesso abbiamo un altro obiettivo importante che è il titolo e manca da tantissimo tempo alla società. Nel calcio bisogna sempre dimenticarsi di quello che si è fatto e pensare alla partita successiva“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy