Mastali Milan: "Crediamo al primo posto e allo scudetto. Inzaghi..."

Mastalli: “Crediamo al primo posto e allo scudetto. Inzaghi è un vincente, uno di noi”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Ai microfoni di Milan Channel è stato intervistato Alessandro Mastalli, uno dei pilastri della Primavera di Inzaghi.

Dobbiamo pensare al campionato con tutte le nostre forze, adesso stiamo recuperando punti e posizioni: siamo un pochino indietro in classifica, non possiamo più sbagliare. La Champions e la Viareggio Cup ormai sono passati. Virtus Lanciano? C’è tanto rammarico, abbiamo perso un’occasione come a Pescara. Senza questi passi falsi potevamo anche essere primi. Ora testa al Brescia, loro si chiuderanno e noi dovremo avere pazienza e giocare, ma credo che ce la faremo. Troppe espulsioni? La voglia di vincere a volte ti fa perdere la testa, capita che non si pensa nemmeno a quello che si sta facendo: sono gesti infantili. Il derby spostato è un vantaggio per noi, saranno importanti i recuperi di Pacifico e Pinato. Non ci sentiamo inferiori a nessuno”.

E ancora: “Mister Inzaghi se non si vince non è mai contento, dobbiamo pensare al secondo posto e poi alla vetta. Inzaghi ci sta dando tantissimo ovunque, è un vincente anche come allenatore: per me è molto importante, è come se fosse in campo con noi. Ci segue, ci urla dietro e ci rende consapevoli di quello che stiamo facendo. Momento più bello? Il gol in finale alla Viareggio Cup contro l’Anderletcht. Obiettivo? Scudetto. La Youth League ci è servita moltissimo, abbiamo affrontato tante squadre anche superiori a noi. Negli scontri diretti per il titolo nazionale saremo più esperti ed abituati. Tanti auguri al mio papà, un maestro che mi dà sempre tanti consigli utili per diventare prima uomo e poi calciatore”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy