Agazzi contro il suo Milan. Ma…

Paloschi non sarà l’unico osservato speciale, stasera San Siro guarderà con interesse anche Agazzi. L’estremo difensore del Chievo, classe ’84, infatti, quasi due mesi fa è stato bloccato dal Milan, dopo il solito “assist” contrattuale annusato da Adriano Galliani.

Rimasto fuori rosa nel Cagliari dallo scorso dicembre, l’azzurro si è trasferito in Veneto nel mercato invernale: un semplice prestito secco per sei mesi. E allora il Milan si è mosso in anticipo e ai primi di febbraio ha trovato l’intesa con il giocatore. Agazzi dall’anno prossimo, salvo colpi di scena, sarà il nuovo numero 1 del Milan. E il suo rendimento, di recente, è stato ottimo e di buon auspicio. La mancanza ancora della firma nero su bianco, nella sostanza non c’è ancora l’accordo definitivo, però, potrebbe rimandare il discorso o addirittura aprire nuovi scenari. Come quello di un Agazzi pedina di scambio. E se il Milan lo usasse per arrivare a Scuffet?  Per adesso è solo fantamercato, ma non è da escludere che i rossoneri, come mezza Serie A (e un bel pizzico di Europa), proveranno a strappare il baby-fenomeno ai friulani e bruciare la concorrenza, prima che sia troppo tardi.

Ci saranno da valutare le situazioni di Abbiati, Amelia, Gabriel e Coppola, ma con il passare del tempo è chiaro come il Milan (finalmente) si stia muovendo per cambiare pelle anche tra i pali. Agazzi, stasera, prenderà le misure del suo futuro, mentre all’orizzonte si preannuncia un mercato totale.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy