Retroscena: nella conferenza al “Calderon” il Milan voleva un italiano, ma Seedorf ha insistito per Essien

Eliminazione e tracollo, con le 4 sberle di ieri il Milan è arrivato a quota 15 gol subiti nelle ultime cinque sfide in Spagna. Un incubo reale. Ieri a Madrid Seedorf ha conosciuto la sconfitta più sonora da quando è sulla panchina rossonera, “copiando” Allegri quando perse. e poi venne esonerato, con lo stesso passivo di reti ma a Sassuolo (la differenza, comunque, è enorme). Fin qui, però, Seedorf si sta dimostrando peggio di Allegri: 4 vittorie, 1 pareggio e 6 ko. La media degli incontri persi (55%) supera quella delle vittorie.

La Gazzetta dello Sport, stamane, parla di un Seedorf sotto esame, perché una figuraccia così non è mai ben digerita in primis da Silvio Berlusconi. Non solo, la Rosea svela anche un retroscena legato alla conferenza stampa di vigilia al “Calderon”. Il Milan voleva presenziasse un italiano insieme all’olandese, Poli e Bonera i candidati principali, ma Seedorf ha chiesto espressamente di avere al suo fianco Essien.

Una dimostrazione di fiducia, una scelta azzardata e non azzeccata visto quello che l’ex Chelsea non ha fatto in campo, al termine di una prestazione orribile. Ora rimane l’Europa League, ammesso sia un obiettivo, che al momento rimane parecchio distante.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy