Sconcerti Milan: "Seedorf ha portato confusione. Galliani..."

Sconcerti: “Con Seedorf vedo confusione, sta facendo male. Non è Galliani il problema, ma…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Queste le parole rilasciate da Mario Sconcerti, giornalista, voce di Sky ed editorialista per il Corriere della Sera, a Milan Channel.

Quando si parla nei momenti difficili di una squadra è facile non venire compresi. Per me il Milan è uno straordinario oggetto di studio, è una grande società e squadra, me ne occupo con sentimento soprattutto visto il periodo complicato. Rispettare l’entusiasmo è più facile, il contrario meno. Il gol di Llorente in Milan-Juventus ha cambiato le cose ma non troppo, di sicuro quello è stato il miglior Milan della stagione: i 20 minuti di Milano mi hanno ricordato i 20 minuti di Firenze, nel primo caso i bianconeri sono stati fortunati mentre nel secondo hanno perso. Però i problemi sono più massicci e profondi, il Milan ha dei limiti e deve risolverli. Seedorf? C’è stato un errore tecnico iniziale con il 4-2-3-1, si è sbilanciata la squadra senza avere dei vantaggi. I tre trequartisti, da Robinho a Taarabt, sono giocatori importanti ma segnano poco: questo, Seedorf poteva evitarlo. Fin qui con Seedorf vedo confusione nei rossoneri, che sono stati eliminati in due competizioni su due: nel giudicare il lavoro dell’olandese non posso essere soddisfatto, non sta facendo bene”.

E ancora: “La squadra non sembra essere riuscita a capire le cose che chiede l’allenatore, o magari non vuole: c’è un difetto di comunicazione. Non dubito che il Milan sia ancora compatto. Galliani è un grande dirigente, non c’è dubbio, magari la sua presenza pluriennale ha dato noia a qualche tifoso ma farei attenzione a volermene liberare a tutti i costi. Se si cambia un medico del genere, bisogna trovare un altro altrettanto bravo. E’ sbagliato mettere la croce addosso a Galliani. Berlusconi dice il vero quando parla di squadra costruita male, ci sono troppi stranieri: sono convinto che una squadra italiana debba avere una base italiana forte, la storia del club deve tornare a pesare. L’avvento di Barbara Berlusconi è ancora da capire se possa essere benefico oppure no, così come sapere anche le intenzioni di Silvio Berlusconi sul mercato. E’ fondamentale avere a cuore il destino della società”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy