Zaccheroni: “Honda manderà segnali positivi a Seedorf. Sono curioso di vedere cosa ha imparato in Italia”

La Nazionale come occasione per rilanciarsi e dimenticare le difficoltà nel club: quella di oggi contro la Nuova Zelanda sarà una partita importante per Keisuke Honda, che proverà con la maglia dei Samurai a ritrovare il sorriso, in vista del rush finale col Milan. L’allenatore dei nipponici, Alberto Zaccheroni, lo ha difeso a spada tratta in conferenza stampa: “Bisogna avere pazienza, anche Platini e Zidane hanno impiegato sei mesi per mostrare le loro potenzialità nel calcio italiano. Intanto avrà questa occasione per dare qualche segnale positivo a Seedorf“. 

L’ex allenatore rossonero si è detto poi curioso di osservare il nativo di Settsu dopo il trasferimento all’ombra della Madonnina: “Non so cosa ha imparato Honda dall’Italia, è la prima volta che viene con noi da quando è al Milan. Sicuramente per come conosco io il campionato italiano e per quello che dice la storia probabilmente è il campionato più difficile, che dà ai giocatori la possibilità di crescere“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy