Berlusconi e quelle dichiarazioni “inventate dai giornalisti”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ieri a Porta a Porta, con poche frasi Silvio Berlusconi ha cancellato diversi mesi di dichiarazioni che, a suo dire, gli sono state erroneamente attribuite dai giornalisti: “Dalla fine della campagna elettorale 2013 non ho mai più rilasciato una sola dichiarazione a un giornalista. Quindi ogni virgolettato che è venuto fuori non è altro che l’interpretazione falsa da parte dei giornalisti di quello che io avrei potuto dire nella tal occasione. Si tratta esclusivamente di cose inventate“.

Una di quelle dichiarazioni in chiave Milan che più di tutte aveva fatto clamore riguarda Mario Balotelli. Poco dopo le festività natalizie, il presidente si mostra poco magnanimo con il talento azzurro e secondo il Secolo XIX lo scarica ufficialmente: “Balotelli deve lasciare subito il Milan. È ufficialmente sul mercato”. Da quel momento in poi sono nate diverse congetture sul futuro dell’attaccante, spedito virtualmente tra Inghilterra e Francia.

Altra presunta dichiarazione alla stampa che fece non poco scalpore, nel post Sassuolo-Milan, con l’esonero di Allegri già in testa: “Allegri non ha la cultura dell’allenatore del Milan”. Dì lì a qualche ora sarebbe poi arrivato Mister Seedorf.