Bien fait, Rami-Mexes! E si va verso il primo, vero rebus terzini

bonera constant (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Taarabt e Honda hanno firmato la sofferta vittoria di Marassi (la seconda nello stadio genovese), ma il merito deve essere condiviso con una difesa che ha retto i continui attacchi rossoblù, soprattutto dopo il gol del giapponese. Abbiati, Bonera, Rami, Mexes e Constant: i cinque che hanno (quasi) eretto un muro che ha lasciato spazio solo al bel gol di Motta.

La coppia centrale francese ha dato vita ancora una volta ad una buona performance, dopo le trasferte a Roma contro la Lazio ed a Firenze. Dalla partita dell’Olimpico i due hanno finalmente trovato il giusto equilibrio, spezzato unicamente dalla squalifica che ha bloccato Mexes nella penultima gara di campionato contro il Chievo. Un occhio di riguardo, però, va anche ai terzini.

Bonera, titolare nelle ultime tre partite, ha ricoperto il ruolo di terzino destro: meno propositivo dei colleghi di reparto (Abate e De Sciglio), ma molto attento in copertura; con lui in campo i rossoneri hanno ottenuto nove punti. Attento in copertura anche il dirimpettaio Constant: Lazio, Fiorentina e Genoa (squalificato con il Chievo), tre presenze da titolare che assumono le sembianze di un sorpasso su Emanuelson nella gerarchia di Seedorf.

La retroguardia milanista sembra aver trovato la quadratura giusta: contro i genoani la porta di Abbiati stava per rimanere imbattuta per la terza partita consecutiva, ma lo splendido gol dell’ex Juve ha rovinato tutto. Pazienza, contavano i tre punti. Intanto, sulle fasce ora occhio ad Abate e De Sciglio: altri due compagni sono diventati titolari. Per ora.