Corsa, recuperi e quel gol mancato: tutto l’El Shaarawy di Udine

El Shaarawy
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

75 minuti di El Shaarawy, come previsto. Dopo l’infortunio al piede, l’operazione e il rientro proprio con la Primavera la settimana scorsa al Vismara, il Faraone oggi è partito titolare ad Udine.

Nella prima frazione di gioco largo a sinistra ha messo in mostra una buona corsa con qualche dribbling ma anche un’occasione, clamorosa, sprecata davanti a Meret. Durante il secondo tempo, con il Milan sotto di 2 a 0, il classe ’92 è cresciuto insieme alla prestazione di tutta la squadra. In una posizione un po’ più arretrata, si è visto anche in qualche ripiegamento difensivo.

Richiamato in panchina da Filippo Inzaghi è uscito insoddisfatto, più per il risultato che per la sua gara che invece ha dato segnali incoraggianti. Per i 90′ ci sarà ancora da lavorare, ma ora i dolori sono scomparsi e la corsa è libera da altri pensieri. Una prima piccola conquista.