El Shaarawy ora è a disposizione per l’Inter, anche se Inzaghi…

el shaarawy (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Doveva essere la stagione della consacrazione, quella che doveva fornirci alcune verità sul suo reale valore, quella che lo doveva proiettare verso i mondiali brasiliani. Quella che sta volgendo al termine, invece, è stata un’annata da incubo. Stephan El Shaarawy non ha quasi mai giocato ed è stato ripetutamente ai box per via dei tanti, troppi problemi fisici. Da alcune settimane si parla della data del suo possibile rientro in campo. All’inizio si parlava di inizio aprile, poi si è ipotizzato per il Livorno e, quindi, per Pasqua, infine, ci si era dati appuntamento a Roma.

Niente da fare. Il Faraone non è stato ritenuto pronto da Clarence Seedorf e, nel frattempo, ha cominciato ad assaggiare il campo grazie alla Primavera di Pippo Inzaghi. Sabato scorso, è tornato ufficialmente sul rettangolo di gioco nel secondo tempo contro il Verona. Qualche buono spunto ed un rigore procurato. Domenica ecco il rientro dal 1′ sempre con i ragazzi di Superpippo contro l’UdineseUna prestazione così così, su cui pesa il clamoroso errore sotto porta, quando ha “passato” la palla al portiere. Quel che contava però era la condizione fisica e Stephan sembra stare bene.

Domenica sera c’è il derby, partita che può essere davvero l’occasione per ritornare davvero a disposizione della Prima Squadra, almeno dalla panchina. Anche se, visto il big match della squadra di Inzaghi con l’Atalanta, non è da sottovalutare l’idea di un Faraone ancora in Primavera. Si vedrà, ma certo la suggestione del derby è forte. L’anno scorso, a febbraio contro l’Inter, El Shaarawy ha messo a segno l’ultimo gol in campionato. Il sogno sarebbe quello di rivederlo proprio contro gli odiati cugini e magari festeggiarlo con un gol che avrebbe dello storico.