La holding dei calciatori finisce in procura. Coinvolti anche Montolivo e Zaccardo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Non piove sempre sul bagnato. Questa volta infatti i calciatori, più che guadagnarli, i soldi ce li hanno rimessi. Come riporta Gazzetta.it, la “Proprestige srl”, dopo essere fallita lo scorso ottobre, è finita anche in un fascicolo in procura per un contenzioso tra soci, fra i quali compaiono anche i rossoneri Riccardo Montolivo e Cristian Zaccardo, oltre a nomi di spicco come quelli di Luca Toni, Bosko Jankovic, Sebastian Frey e Igor Budan.

L’oggetto sociale della holding riguardava l’acquisto, la costruzione, la vendita, la locazione e la ristrutturazione di beni immobili a destinazione alberghiera, civile e industriale, commerciale, turistico-ricreativa, sportiva, oltre che lo sfruttamento, negli impianti, delle energie rinnovabili. Ma le cose non sono andate bene.

Nel progetto era coinvolto anche il candidato sindaco a Padova Maurizio Saia, il quale ha ammesso: “Ci ho perso un bel po’ di soldi. Avevo messo a disposizione anche parte del personale del mio entourage, ma questo affare è andato decisamente storto”.