Fra squalificati e infortunati, che Livorno sarà?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ieri seduta d’allenamento pomeridiana per il Livorno, che sabato 19 alle 15:00 affronterà il Milan nella gara valida per la trentaquattresima giornata del Campionato di Serie A a San Siro. Per mister Di Carlo diversi i nodi da sciogliere, quali l’assenza di Biagianti per squalifica e le condizioni fisiche di Emerson ed Ibrahima Mbaye. Questi ultimi martedì avevano lavorato a parte e la loro situazione verrà monitorata giorno per giorno in settimana per valutare un’eventuale presenza in campo sabato pomeriggio. Va anche considerato il fatto che questa settimana, per ragioni di festività pasquali, ci sarà un giorno in meno per recuperare dagli infortuni gli uomini da mandare in campo.
Terz’ultimi in classifica e a pari punti con il Sassuolo penultimo, il Livorno ha cinque giornate di campionato per tentare di raggiungere il Bologna a 28 punti, prima fra le squadre al momento salve. Nella bagarre per evitare la retrocessione anche il Chievo a 30 punti e il Cagliari, seppur con un margine consistente, a 33. A meno di improbabili ribaltoni, l’Udinese a 38 sembra fuori da discussioni sulla permanenza in A. La corsa per non retrocedere si limita così a sei squadre, anche se per la verità il Catania a 20 sembra oramai spacciato, con 8 punti da recuperare alla prima squadra salva in cinque giornate.
Per il Milan, fra la prossima giornata e le ultime quattro, quindi, ben due match con squadre interessate a non retrocedere. L’ultima di campionato a San Siro vedrà infatti il Sassuolo di Squinzi tentare il colpaccio della permanenza in A alla prima apparizione nella massima serie.