L’affondo di Malagò: “Escluse Roma e Juventus, il nostro calcio è di basso livello”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Giovanni Malagò lancia un duro attacco al calcio italiano. Il numero uno del CONI, dai microfoni di Radio Anch’io Lo Sport, ha analizzato il momento delle squadre italiane. Ecco quanto dichiarato da Malagò: “La Serie A quest’anno non è stata un bel torneo. È un campionato livellato verso il basso. Bisogna però dire che la Juventus è stata mostruosa, la Roma fantastica”.

Poi un approfondimento sulla questione: “Per capire il livello della nostra Serie A, basta guardare il cammino delle italiane in Europa. Tornando nei nostri confini, quest’anno non bisognerà arrivare nemmeno a 40 punti per salvarsi, ne basteranno molto meno. Alcune partite hanno offerto davvero uno spettacolo disarmante. Gli unici complimenti vanno fatti alla Juventus, sperando che vinca l’Europa League, ed alla Roma che ha disputato una stagione fantastica, ma con qui numeri doveva vincere il campionato”.

Infine Malagò offre una soluzione: “Fino a qualche anno fa, la Serie A era il primo campionato al Mondo, mentre ora siamo scivolati molto indietro. Non abbiamo i soldi che hanno a disposizione gli sceicchi e quindi bisogna combattere applicando una politica intelligente. La colpa è dei presidenti: quando c’era la possibilità economica bisognava investire rimodernando gli stadi, invece le società hanno speso soldi in ingaggi favolosi per giocatori non eccelsi”.