Milan-Seedorf: addio in tribunale. L’olandese ha già una squadra… di avvocati

Berlusconi-Seedorf-420x266
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Non finirà a tarallucci e vino la storia d’amore tra Clarence Seedorf e il Milan, bensì in tribunale. Già, perché da quanto hanno riportato stamane il Corriere della Sera e La Stampa, pare che il tecnico rossonero abbia già incaricato uno studio di legali per tutelare la sua posizione contrattuale. L’olandese, appunto, in caso di licenziamento vorrebbe essere risarcito dei danni. Ma a sua volta, il club con il quale Seedorf ha condiviso tante gioie da giocatore, sta preparando la contromossa, valutando l’opportunità di richiedere il licenziamento per giusta causa, con il quale il Milan potrebbe evitare di pagare all’allenatore i restanti due anni previsti dal contratto e l’eventuale risarcimento. Infatti la dirigenza milanista accusa il tecnico di esercitare attività collaterali incompatibili con lo svolgimento del suo lavoro sulla panchina rossonera, di non aver rispettato le regole interne a livello di comunicazione, ma soprattutto di aver svalorizzato il patrimonio tecnico-societario con alcune scelte poco gradite al Presidente Silvio Berlusconi: alcuni calciatori, in seguito alle inaspettate e reiterate esclusioni subite, stanno infatti chiedendo la cessione.