L’accusa di Oddo: “Da bimbo seguivo uomini che erano campioni dentro e fuori dal campo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Massimo Oddo attacca i modelli del calcio attuale, e lo fa tramite il suo account ufficiale di Facebook. Ecco quanto scritto dall’ex giocatore del Milan: “Ero bimbo quando tiravo i primi calci ad un pallone ,ed assieme ai miei amichetti inseguivamo il nostro sogno prendendo esempio da Baresi, Maldini, Costacurta, Rossi, Tardelli, Bergomi,o stranieri come Cafu, Rummenigge, Falcao e tanti altri…tutti grandi giocatori ma con un unico denominatore comune, CAMPIONI DENTRO E FUORI DAL CAMPO, esempi di uomini veri,di umilta’ e di leader per i propri compagni. Oggi per i bimbi del calcio gli esempi da seguire sono le cuffie giganti attorno al collo, le pettinature piu assurde, le esultanze piu strane dopo un gol e i colpi di matto di calciatori che diventano le prede piu ambite del mondo dei gossip……scatenando cosi tra i ragazzi la guerra della triste emulazione……..sveglia ragazzi, riprendetevi i vostri sogni e fatevi aiutare dagli esempi veri e costrutti”.

Ricordiamo che nel corso della sua luminosa carriera, Oddo ha vinto 1 Coppa Italia con la maglia della Lazio, mentre con il Milan il terzino ha conquistato 1 Scudetto, 1 Supercoppa italiana, 1 Champions League, 1 Campionato del Mondo per club ed 1 Supercoppa Europea; oltre ad aver vinto il Mondiale del 2006 con la Nazionale azzurra.