Seedorf, la gestione della rosa mette in imbarazzo il Milan

seedorf 1 milan-chievo (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Nemmeno dopo la quinta vittoria consecutiva Clarence Seedorf riesce a trovare la meritata serenità. Le voci di un futuro in bilico non si dissipano e oggi TuttoSport le evidenzia nuovamente parlando di un entusiasmo “raffreddato” anche per il suo primo sponsor, Silvio Berlusconi, che lo avrebbe chiamato soltanto una volta da quando si è insediato sulla panchina del Milan.

Eppure i meriti sono molti. Oltre che un beneficio dal punto di vista della classifica, da quando l’olandese è tornato dal Brasile è riuscito a rilanciare e rivalutare giocatori che sembravano spenti, come Balotelli o difficili da gestire (e riscattare), vedi Taarabt. Ma è il caso Mexes, più di tutti, a mettere in imbarazzo i rossoneri: da partente a titolare, con un contratto da 4 milioni di euro a stagione.

Sull’altra sponda invece c’è Ignazio Abate. Di lui il Milan si fida, eppure Seedorf arriva a preferirgli persino Bonera, considerando poi De Sciglio il vero titolare del ruolo. I risultati ora non bastano, in tanti, dai piani alti, spingono per Filippo Inzaghi.