SM consiglia/ Nathan Redmond, l’ala che farebbe comodo al Diavolo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Si chiama Nathan Redmond, ha 20 anni, gioca nel Norwich City ed è un astro nascente del calcio internazionale. Cresciuto nel Birmingham City, club che l’ha scoperto nel lontano 2002 e che gli ha permesso di esordire in Europa League, il folletto inglese è un esterno d’attacco che si esprime al meglio partendo dalla fascia sinistra e che annovera nel proprio repertorio grandi qualità.

Velocità, progressione, cambio di passo, dribbling secco ed efficace, abilità nell’uno contro uno e nel creare superiorità numerica, tendenza ad accentrarsi e tentare la conclusione dalla distanza, doti tecniche di base, abilità da contropiedista, piede destro caldo e preciso, aggressività, resistenza e fisico compatto (è alto 173 cm per 75 kg). Sono questi i punti di forza di Redmond che, da un momento all’altro, potrebbe consacrarsi e diventare un top player. Sì, perché il talento britannico è anche duttile dal punto di vista tattico e ha spirito di sacrificio: può essere schierato su entrambe le fasce, è in grado di ripiegare e può essere impiegato come esterno offensivo in diversi moduli, 4-3-3, 4-2-3-1 e 4-4-2 in primis. Rising star.

Certo, ogni tanto manca di lucidità e si intestardisce un po’ troppo nel tenere palla e nel cercare la giocata a effetto, ma ha un potenziale enorme e presenta margini di miglioramento. Ora che il prezzo del suo cartellino non supera i 5 milioni, il Milan dovrebbe farsi avanti e avanzare il prima possibile un’offerta. Nathan Redmond rappresenta un’occasione unica, da sfruttare al meglio e da cogliere al volo. Parola di SpazioMilan.it.