Taarabt: “Ero deluso dopo Madrid, ma Seedorf mi ha protetto. Adesso ho ritrovato lo spirito migliore…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Adel Taarabt è stata una delle poche note liete della stagione rossonera: approdato a gennaio dal Qpr, tramite Fulham, in prestito con diritto di riscatto, fissato a 7 milioni di euro, il marocchino ha già conquistato tutto l’ambiente rossonero ed il suo riscatto è auspicato da tutti i tifosi del Diavolo. Dopo un brillante inizio, Taarabt ha vissuto un periodo difficile in seguito alla sfida di Champions contro l’Atletico Madrid, tanto che Seedorf ha preferito tenerlo in panchina nei match contro Parma e Lazio. La sfida di Firenze ha però rilanciato il “Cristiano Ronaldo del Marocco”, che è stato autore di un’ottima prova anche contro il Chievo Verona. 

Intervistato Sportmediaset XXL, ecco quanto dichiarato da Taarabt: “Sono approdato al Milan ed ho subito segnato all’esordio contro il Napoli e poi contro la Sampdoria. Poi c’è stato il debutto in Champions contro l’Atletico Madrid, dove credo di aver disputato una buona partita. A Madrid sono stato invece autore di una prestazione sottotono e sono uscito scosso quando il mister mi ha sostituito. Ero molto deluso ed amareggiato, poi Seedorf mi ha invitato a riflettere e mi ha protetto, è molto professionale. Ora ho ritrovato lo spirito giusto e l’ho dimostrato a Firenze e contro il Chievo. La partita di Genova di domani è molto importante. Se vinciamo poi contro Catania e Livorno abbiamo grandi possibilità di conquistare un posto in Europa League”.