E’ la notte Real di Carletto: in ballo la “Decima” e il suo futuro che…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Certe notti. Certe notti e quella magia a cui non ci si abitua mai. Neppure se ti chiami Carlo Ancelotti e ne hai vissute tante di notti così. La storia è piena di vuoti da riempire con nuovi trionfi. “Certe notti somigliano a un vizio che tu non vuoi smettere, smettere mai”. Non esiste sazietà, non c’è stanchezza o rinuncia quando in palio ci sono vittorie così grandi.

Stasera, Carletto, Ronaldo & Co. si giocano la “Decima”. Non solo una finale, non solo una Champions, non solo una sfida contro “l’altra Madrid”. In ballo c’è una doppia cifra da aggiungere all’Europa più prestigiosa.

Eppure, non c’è solo l’aspetto sportivo a destare curiosità. Sotteso, nascosto (ma neppure tanto), c’è un altro senso a tutta questa suspance: sarà anche improbabile, insperabile e forse impossibile, ma l’ipotesi di un ritorno di Ancelotti al Milan non è certo passata inosservata. Se la Champions andrà ai blancos, per i milanisti questa rimarrà solo una suggestione di inizio estate. In caso contrario, probabilmente, anche. Ma, nel calcio, mai dire mai e mai dire sempre.

Buona notte di Champions, Carletto. E, come ricorda Liga, “certe notti se sei fortunato bussi alla porta di chi è come te…”.