Mondiali, allarme doping dalla Fifa: “Attenzione alla carne contaminata…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

A 25 giorni dall’inizio dei Mondiali in Brasile, la Fifa ha messo in guardia i giocatori e le federazioni nazionali riguardo al consumo di carne contaminata con il clenbuterolo, sostanza rilevata in Messico e in altri 6 o 7 Paesi dell’America latina. E’ stato Jiri Dvorak, capo della commissione medica della Fifa in un convegno della Wada a Montreal, a sollevare la questione. Dvorak non ha fatto il nome dei Paesi direttamente interessati dalla commercializzazione della carne infetta. Clenbuterolo, spesso commercializzato come sale cloridrato, è un composto broncodilatatore, più precisamente una amina simpaticomimetica, con attività di tipo agonista, a lunga durata d’azione e selettivo sui recettori β2-adrenergici. Come farmaco viene utilizzato per ridurre il broncospasmo in alcune condizioni patologiche quali l’asma bronchiale e la broncopneumopatia cronica ostruttiva.