Inzaghi: “Incontrerò il Milan per sapere del mio futuro. Andare via? Galliani non sarebbe d’accordo”

inzaghi (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

A Bergamo nella serata dedicata al ricordo di Morosini, è intervenuto Filippo Inzaghi. Le sue parole a SKY: “Quello che è successo a Morosini ha colpito tutti, è stato un episodio che ha lasciato il segno, mi fa piacere essere qui, non ho avuto la fortuna di conoscerlo ma vedere tutta questa gente che lo ama è fantastico. Cerchiamo di ricordarlo con un sorriso, è un esempio per i giovani. È un po’ che non giocavo quindi mi sto divertendo”.

Sul suo futuro: “Io proseguo per gradi, sono felice del mio percorso, al Milan mi vogliono bene e vedremo cosa il futuro mi riserverà. Conosco la stima di tutti, mi fa piacere ma devo dimostrare tutto, come ho fatto da giocatore cercherò di prendermi i complimenti allenando bene. La conoscenza di tutti i giocatori viene da quando ero bambino. Fare il tecnico è complicato ma se si fa con passione si ottengono buoni risultati. Non ho mai pensato al domani, vivo alla giornata, ho altri due anni di contratto, a breve ci troveremo e decideremo il mio futuro, sono sereno. Con la primavera mi sono tolto soddisfazioni, vedremo”.

“Galliani non vuole mandarmi via quindi risulta difficile andare in altre squadre. La priorità è il Milan, mi ha sempre dato tutto e voglio incontrarli per sapere i loro progetti, sono felice dove sono. Sono io a fare il secondo a mio fratello, è bravissimo, sta lavorando bene e gli auguro di allenare la Lazio, ha le conoscenze per poterlo fare. Sarà bello ritrovarci, da giocatori abbiamo avuto tante gioie, vediamo se succede anche da allenatore. Seedorf? Penso che abbia fatto bene, gli auguro tutto il bene possibile”.