Inzaghi pronto a scommettere sul 4-3-3: i possibili nomi del rilancio

Pippo Inzaghi ha deciso: il suo Milan giocherà con il 4-3-3, avendo soltanto come modulo “di riserva” il 4-3-1-2. Formazione votata all’attacco, dunque, per SuperPippo, che presto dovrà sedersi ad un tavolo con li uomini di mercato rossoneri per decidere le strategie da mettere sul terreno del calciomercato, che si prospetta anche quest’anno all’insegna della spending review. Già ieri a Casa Milan c’è stato un incontro preliminare tra il futuro tecnico (accompagnato dal procuratore Tullio Tinti) ed Adriano Galliani, anche se si è discusso prevalentemente di contratto, da ritoccare verso l’alto, e staff.

Non è mancata, tuttavia, l’occasione per fare i primi nomi graditi al tecnico ed è emersa, secondo il Corriere dello Sport, la grande preferenza di Inzaghi per Alessio Cerci e Juan Manuel Iturbe. I due esterni di Torino e Verona sarebbero ideali per ricoprire la fascia destra, in quanto mancini ed in grado di rientrare perfettamente sul piede preferito, e completare il tridente insieme al ritrovato El Shaarawy, inamovibile sulla sinistra, ed uno tra Balotelli, se resterà, e Pazzini al centro dell’attacco, senza tralasciare le ipotesi Matri e Paloschi, su cui SuperPippo potrebbe decidere di puntare come non avevano fatto i suoi predecessori.

LEGGI ANCHE:  Conto alla rovescia: rinnovo sempre più vicino!

Anche in difesa scatterà l'”operazione rilancio”, col principale protagonista che risponde al nome di Ignazio Abate. Il terzino di Sant’Agata dè Goti si riapproprierà della fascia destra, con lo spostamento di De Sciglio sulla corsia opposta e con buona pace di Constant ed Emanuelson.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy