Primavera, alla scoperta di Mastalli raccontato dalla famiglia

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Alessandro Mastalli è un perno della Primavera rossonera ed uno dei pupilli di mister Inzaghi, che lo aveva con sè, da capitano, anche agli Allievi. Questa mattina sulla Gazzetta dello Sport, è stato pubblicato un interessante articolo in cui amici e parenti del giovane centrocampista raccontavano gli aspetti più intimi del ragazzo, un sicuro prospetto per il futuro rossonero.

A cominciare è il fratello Christian, che lo segue ovunque: “L’amico e compagno di squadra Saporetti sa già che quando la squadra perde, non gli si potrà parlare per tre giorni. Lui è così, quando capita una giornata-no patisce un forte dispiacere e diventa intrattabile“.

Non tutti forse sanno che Alessandro è figlio d’arte: suo padre Ennio ha disputato quasi trecento partite da professionista, di cui una settantina in Serie A. L’ex centrocampista del Catania, però, riconosce la bravura superiore di suo figlio: “Io ero un centrocampista diverso, ero veloce, ma pensavo poco a difendere. Lui, invece, è bravissimo a fare entrambe le fasi“. Insomma, un leader a tutti gli effetti: siamo certi che la sua scalata verso la prima squadra sarà inarrestabile.