Mastour vuole entrare nella storia, scendendo in campo contro il Sassuolo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La giornata di ieri deve essere stata speciale per Hachim Mastour, ufficialmente presentato da Adriano Galliani alla squadra per essere aggregato coi “grandi”. Il talento nato a Reggio Emilia, infatti, si allenerà tutta la settimana agli ordini di Seedorf e spera di poter esordire a San Siro domenica contro il Sassuolo, per quello che sarebbe uno dei più giovani giocatori ad esordire con la casacca del Diavolo, ben prima di leggende come Gianni Rivera (che debuttò a diciassette anni, pur avendo già giocato con l’Alessandria due anni prima, ndr) o Paolo Maldini, in campo a sedici anni e 208 giorni contro l’Udinese il 20 gennaio 1985, la prima di oltre novecento partite con club della sua vita.

Come rivela il Corriere dello Sport, però, non sarà il più giovane in assoluto, perchè, nel lontanissimo 1907, quando il campionato non era ancora unico, in un Milanese-Milan 0-1 scese in campo Gustav Hauser, che aveva solo quindici anni e 69 giorni d’età. Mastour è già pronto ad entrare nella storia, del resto, lui che è giù un uomo immagine della Nike e ha girato alcuni spot con Neymar, ha da tempo bruciato le tappe della sua carriera, sotto i riflettori già da quando aveva dodici anni.