CALCIOMERCATO/ Milan, sì: c’è il piano per Santon, cash + Constant

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ve lo abbiamo raccontato ieri, dandone il giusto peso. Il Milan è tornato su Santon, ha iniziato a (ri)seguirlo con forza e sta studiando le prime mosse per abbozzare la trattativa. Non sarà semplice, ma dall’Inghilterra giurano che il terzino ex Inter abbia espressamente manifestato la preferenza di rientrare in Italia. In ogni caso il Newcastle vorrà monetizzare il giusto: la cifra necessaria per acquistarlo dovrebbe essere 8 milioni di sterline (ai bianconeri, nel 2011, è costato sei milioni di euro), non di meno.

I rossoneri lo sanno e per diminuire il cash da sborsare, scrive stamane La Gazzetta dello Sport, propongono in cambio Constant. Aspettando di sapere se il giocatore guineano possa essere una pedina gradita ai magpies, i primi sintomi di mercato, in questo senso, sono ormai chiari. Non solo voci: nei piani del Diavolo Santon è un vero obiettivo. Emanuelson andrà via ed Abate è in sospeso: l’idea per la prossima stagione è quella di poter schierare la coppia De Sciglio-Santon. Prima del via libera definitivo, però, il Milan dovrà sciogliere il nodo allenatore e capire quanto l’italiano sia apprezzato o meno. Le elezioni incombono ma l’esito è ancora tutto da decifrare e potrà spostare (e non di poco) l’umore di Silvio Berlusconi: in questa fase di stallo c’è il timore che per la decisione finale bisognerà aspettare i primi di giugno, come successo con Allegri l’anno scorso.

Passano i giorni e Seedorf guadagna qualche minima speranza, quasi solo grazie alla sua situazione contrattuale, impossibile da superare a cuor leggero. “Fattore S“, da Seedorf a Santon, fino a Silvio Berlusconi. Ecco il presente più attuale del Milan.