Inzaghi, da Malaga a Sassuolo c’è chi dice no… E poi vince

C’è chi dice no e Pippo Inzaghi è uno di questi. Oggi La Gazzetta dello Sport, evidenza in maniera chiara due passi decisivi che hanno portato l’ex numero 9 a diventare tecnico rossonero. Prima il no al Malaga quando nel 2012 viene lasciato fuori dalla lista Champions da Allegri. La squadra spagnola, fresca di qualificazione nell’Europa che conta, propone a Pippo di andare in terra iberica ma dopo mesi di tentazioni la risposta è no. Carriera da calciatore chiusa in rossonero e l’inizio della vita da mister alla guida degli Allievi Nazionali. L’altro gran rifiuto è quello dello scorso gennaio al Sassuolo. Squinzi gli offre la panchina della sua squadra, ma Galliani lo convince a restare alla guida della Primavera. Così vince il Viareggio e cosa più importante, qualche mese dopo si trova ad essere l’allenatore della Prima Squadra.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy