CALCIOMERCATO/ Milan, l’ingaggio di Kakà frena la cessione

Il mercato del Milan dipende soprattutto dalle cessioni. Se si riuscirà a piazzare i molti giocatori ine subero e soprattutto quelli che guadagnano di più ci si potrà concentrare sugli acquisti chiesti da Inzaghi. Il nodo più cruciale riguarda Riccardo Kakà: il brasiliano guadagna 4 milioni di euro, 8 lordi per la società ma nel suo contratto ha una clausuola in cui c’è scritto che lo stesso giocatore, entro il 30 giugno 2014, può liberarsi a costo zero. Dovesse decidere di interrompere la sua seconda avventura al milan, la società risparmierebbe molti soldi da investire per arrivare a Iturbe.

Kakà per l’anno prossimo ha già un accordo con il club americano Orlando City che però inizierà la MLS solo da marzo 2015. La franchigia vorrebbe infatti ‘parcheggiare’ il pallone d’oro 2007 in prestito fino a quella data. Il San Paolo si è proposto, è molto interessato ma non può permettersi di pagare l’ingaggio di Ricky, allora ha proposto ad Orlando il pagamento solo di un terzo. Le parti, come scrive la ‘Gazzetta dello Sport’, si sono incontrate oggi e si riaggiorneranno nella giornata di domani.

Il Milan osserva interessato, Kakà pesa molto sul monte ingaggi ma è anche vero che nella disastrosa stagione appena trascorsa è stato uno dei migliori: ancora pochi giorni e scopriremo se Kakà lascerà nuovamente il Diavolo, questa volta per sempre.

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy