Kakà torna al San Paolo? Il vice presidente frena: “Non possiamo permetterci il suo stipendio”

In questi ultimi giorni si è parlato tantissimo di Ricardo Kakà e della sua possibilità di dire addio al Milan per trasferirsi altrove. Due le squadre nel futuro di “Smoking Bianco“, il San Paolo, club che lo ha lanciato nel grande calcio, e gli americani dell’Orlando City Soccer, che debutteranno il MLS nel 2015 e potrebbero acquistarlo ora, mandandolo sei mesi in prestito in patria.

Poche ora fa, però, il vicepresidente dei brasiliani, Ataide Gil Guerreiro ha escluso un ritorno del figliol prodigo, parlando ai microfoni di Lancenet: “Il San Paolo non ha la possibilità di pagare il suo stipendio. Ho parlato con il padre di Kakà e quello che abbiamo da offrire è molto inferiore a quello che chiedono. Mi spiace per i tifosi, ma al momento l’affare è irrealistico“.

Guerreiro ha poi spiegato quale sono le intenzioni di Orlando: “Il presidente degli Orlando City era presente alla riunione e loro vogliono trovare un club brasiliano che paghi per intero lo stipendio del giocatore durante i sei mesi del prestito. Al momento non vi è nulla di concreto. Anche se vi è interesse da entrambe le parti, non è facile trovare un accordo per le condizioni finanziarie“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy